362600930477422 sale&vaniglia: dicembre 2013

14.12.13

Calamari ripieni di verdura

Dopo il periodo "bianco" conclusosi qualche mese fa, posso seriamente affermare che questo sia il mio periodo "allegria"; ho voglia di cucinare piatti colorati e  leggeri. Forse i calamari non saranno stati felicissimi di finire nella mia padella, ma purtroppo o per fortuna non sono vegetariana e devo dire che il loro "sacrificio" mi ha reso veramente soddisfatta della mia ricetta.


Ingredienti

  • 4 calamari medio piccoli
  • 1 scalogno
  • 2 zucchine medie
  • 2 carote medie 
  • 100 g di piselli primavera
  • sale qb
  • cardamomo, curry, curcuma qb
  • olio evo
  •  100 g di cous cous
  • brodo vegetale













Procedimento

Pulite i calamari e metteteli da parte; mondate lo scalogno e tagliatelo a fettine sottilissime, pulite e tagliate a julienne  carote e  zucchine, ma tenetele separate.
In una padella antiaderente, leggermente unta d'olio, rosolate, facendo molta attenzione a non bruciarlo, lo scalogno, quindi toglietelo dalla padella e senza lavarla saltate gli altri ingredienti, uno per volta, ognuno con i propri tempi facendo attenzione che le verdure rimangano colorate e croccanti. Appena tutte le verdure saranno cotte riunitele salatele e saltatele assieme per pochi secondi a fuoco vivo.
Riempite con cura i calamari, un po' meno del limite della sacca, sennò il ripieno tenderà ad uscire,  poi procurate un piccolo foro all'estremità, di modo che se si formerà del vapore all'interno potrà uscire anche da qui. 
Fate tostare il cous cous, quindi copritelo con il brodo vegetale e spegnete la fiamma.
Mettete in padella due cucchiai di olio, i calamari ripieni e le verdure rimaste, aggiustate con le spezie e cuocete a fiamma vivace, attenzione a non superare la cottura o i calamari diventeranno duri. Impiattate  i vostri calamari  con il cous cous e le verdurine.


Linda









6.12.13

Ragù di tonno


Ragù di tonno...non proprio tonno ... Palamita!
La Palamita si può trovare facilmente sui banchi del mercato del pesce in Liguria, come in altre regioni costiere, pensate che in toscana a San Vincenzo c'è persino una festa "Tutti pazzi per la Palamita".
Molto simile al tonno, nelle sue qualità organolettiche, ha il vantaggio di essere venduto ad un prezzo nettamente inferiore, forse perché meno "famoso" dei cugini pinna gialla o tonno rosso. In questi giorni un piccolo esemplare di un kg circa è caduto nella mia rete, o forse sarebbe meglio dire nella mia pentola! E come per il maiale sulla terraferma anche per il "tonno" in mare non si butta via nulla e così  ho fatto un ottimo ragù con le estremità meno pregiate.



Ingredienti
  • una Testa e una coda della Palamita
  • 200 g  di polpa spinata di  carne
  • mezza cipolla
  • un aglio vestito
  • 5 /6 rametti di prezzemolo
  • sale peperoncino qb
  • un cucchiaio di aceto di zenzero (gocce di limone in alternativa)
  • vino bianco qb
  • 600 g di passata di pomodoro 
  • olio evo qb
Procedimento

Pulire il pesce, tagliare la testa e la coda e tenetela da parte, ricavare altri 200 g di carne dal corpo e tagliatela a cubetti.
In una pentola capace, possibilmente antiaderente, io ho usato la mia Staub, versate l'olio  e un trito con la cipolla e le foglie di prezzemolo, unite l'aglio vestito, il peperoncino e i gambi del prezzemolo rimasti quindi rosolate dolcemente. Terminata questa fase unite la testa e la coda del  pesce, dopo pochi minuti aggiungete i tocchetti  di pesce, questi tenderanno a disfarsi   ma creeranno l'effetto ragù che desideriamo, quindi salate. Rosoliamo il tutto molto bene senza che gli odori brucino ma dando tempo al pesce di sprigionare tutti i suoi aromi, quindi unite l'aceto di zenzero e se necessario il vino bianco, evaporato il liquido eliminate il peperoncino, l'aglio e i gambi del prezzemolo,  aggiungete il pomodoro, fate cuocere almeno una ventina di minuti. Se cuocete della  pasta potrete gustare un buonissimo ragù di mare.

 Per saperne di più:

Linda

3.12.13

Qualcosa di buono! Ovvero: involtini di verza ripieni di zucca.








 

Ogni tanto abbiamo voglia di coccolarci e mangiare qualcosa di buono che non faccia solo bene al nostro corpo ma anche alla nostra mente. Qualche giorno fa ho invitato delle amiche per un pranzo , volevo coccolarle ma non appesantirle e nello stesso tempo fare qualcosa di " allegro" ma con le verdure di questa stagione non è proprio semplicissimo. Da qui è nata la prima versione delle verze ripiene con verdura, modificata e perfezionata per il secondo gruppo di amici qualche giorno dopo.

Ingredienti
  •  sei foglie di verza grandi
  • 300 g zucca  varietà Butternut 
  • una zucca "pelosa" 
  • due carote
  • un cipollotto fresco
  • semi di nigella  qb
  • Sale qb
  • 70 g di yogurt
  • semi di zucca qb





Pulire le verze e scottarle in una pentola di acqua bollente salata, appena la costa inizierà ad ammorbidirsi scolatela e passatela in  acqua fredda.
Pulire la zucca  Butternut e metà della zucca"pelosa"tagliarle in piccoli pezzi regolari e cuocerle in forno a 200° per una ventina di minuti o sino a che non saranno appassite. Tagliare a fette sottilissime la zucca rimasta e mettetela da parte. Nel frattempo pulire le altre verdure, rosolate in una padella il cipollotto , appena cotto togliere dalla padella e cuocete la carota. Le cotture diverse permettono di non "spappolare" le verdure e di ottenere le giuste consistenze, potrà sembrare un procedimento laborioso ma in realtà è tutto molto rapido. Appena tutte le verdure saranno pronte unitele in padella un paio di minuti per amalgamare i sapori , aggiungete i semi di nigella e il sale; quindi mettetene da parte 4 o 5 cucchiai. Prendete le foglie di verza adagiatevi sopra le verdure e chiudete a pacchetto. Infornare a 190° per qualche minuto o sino a che le verze non saranno dorate in superficie . Prendete le fettine di zucca e friggetele, preparate poi una salsa con le verdure rimaste che avrete tenuto in caldo, aggiungete lo yogurt se necessario aggiungete il sale. Per impiattare mettete sul piatto la salsa, il pacchettino di verza e la fetta di zucca fritta, guarnite con qualche seme di zucca e buon appetito.




  Linda
                                                         
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...